Crisi finanziaria: un momento di rinnovamento economico

La crisi finanziaria globale stimolerà la formazione di aziende competitive, anche attraverso il consolidamento delle attività in vari rami economici, tra cui quello bancario, la vendita al dettaglio e l’edilizia, ritiene il presidente russo Dmitry Medvedev.

“Siamo pronti a stanziare i crediti necessari a questo scopo. Uno sviluppo stabile in questi settori aiuterà, tra l’altro, a creare nuovi posti di lavoro”, ha detto in un video pubblicato sul suo blog.

Medvedev ha detto che la situazione dovrebbe essere usata per accelerare la modernizzazione nei settori in cui è ancora lenta. “Questo include l’istruzione e l’assistenza medica, la riforma giudiziaria, la standardizzazione tecnica e la ‘digitalizzazione’, cioè il passaggio alle tecnologie digitali”, ha detto il leader russo.

“Infine, dobbiamo partecipare attivamente allo sviluppo di nuove regole del gioco nell’economia globale. Questo è sia per ottenere i massimi benefici per noi stessi che per dare sostanza a principi fondamentalmente nuovi, che possono dare un carattere stabile e democratico all’architettura finanziaria globale”, ha detto Medvedev.

Ha sottolineato che la Russia intende promuovere attivamente le sue idee al vertice sulla crisi finanziaria il 15 novembre a Washington.

Il capitalismo sta per finire
La Russia è in grado di soddisfare le esigenze mondiali in termini di energia