Quale acciaio inossidabile scegliere per le tue ringhiere?

L’acciaio inossidabile o l’acciaio inossidabile è noto per essere un materiale eccellente nella resistenza meccanica. Questa è una delle ragioni per cui è il prodotto emblematico delle ringhiere, che devono essere rigide e resistenti ai vincoli climatici. Questo materiale subisce diversi trattamenti termici e chimici durante il processo di fabbricazione. Sono questi trattamenti che gli conferiscono le sue caratteristiche di resistenza. Per un guardrail, quale acciaio inossidabile dovrei scegliere? 

La scelta del tipo di acciaio inossidabile

In teoria, l’acciaio inossidabile è una lega di ferro e carbonio. Pertanto, si ossida in presenza di ossigeno. A differenza dell’acciaio, contiene cromo che protegge la sua superficie e la rende resistente alla corrosione. Questo componente previene la formazione di ruggine sull’acciaio inossidabile.

Esistono due tipi di acciaio inossidabile: l’acciaio inossidabile 304 e l’acciaio inossidabile 316. Entrambi differiscono nel contenuto di cromo e molibdeno della loro composizione. Il 304 contiene meno cromo ed è quindi generalmente adatto a ringhiere in acciaio inossidabile per interni, mentre il 316, con il suo alto contenuto di cromo e molibdeno, è adatto ad applicazioni esterne.

L’acciaio inossidabile di solito non arrugginisce, a meno che non sia installato in riva al mare. Le macchie di ossidazione appaiono sulla superficie, che è il segno visivo che l’acciaio inossidabile è corroso. Questo fenomeno ne degrada l’aspetto anche se non influisce sulle sue caratteristiche meccaniche. A seconda del tipo di acciaio inossidabile, la resistenza alla corrosione è importante. Ecco perché è necessario scegliere il grado giusto per il guardrail in acciaio inossidabile.

L’acciaio inossidabile 304 è arricchito di nichel, ed è resistente alla corrosione dall’interno. È spesso chiamato acciaio inossidabile per uso alimentare perché è l’origine di tutti gli utensili da cucina. L’acciaio inossidabile 316 è più resistente alla corrosione ed è più adatto all’uso esterno. È quindi ideale per terrazze, ringhiere o bordo piscina.

Per le case al mare, c’è l’acciaio inossidabile 316L, noto anche come acciaio inossidabile di grado marino, che è altamente resistente alla corrosione. È adatto a balaustre situate in riva al mare, o vicino a impianti chimici.

La scelta della finitura

Il materiale della balaustra in acciaio inossidabile può essere spazzolato o lucidato. L’acciaio inossidabile spazzolato dà un aspetto più opaco e classico. Si sposa bene con una decorazione moderna o rustica. Il suo lato sobrio gli conferisce tutta la sua eleganza se combinato con altri materiali come il legno neutro o il vetro. Si sposa bene anche con decorazioni industriali, scandinave o contemporanee. È quindi più adatto all’uso interno per ringhiere di scale in acciaio inossidabile e ringhiere per mezzanini.

D’altra parte, l’acciaio inossidabile lucido è vivido e notevole. La sua finitura lucida non trattiene spray e depositi. Pertanto, questo acciaio inossidabile è più resistente all’aria e all’inquinamento marino.  Il quale è più adatto all’uso esterno su terrazze e ringhiere.

La scelta del ripieno

Il riempimento si riferisce ai materiali intermedi che vengono aggiunti al corrimano e ai pali della ringhiera. Può essere fatto di vetro, asta o cavo di acciaio inossidabile. Il vetro è più elegante. Sono tenuti sui pali da morsetti in acciaio inossidabile. Dovrebbero essere stadip o vetro laminato, più sicuro. I riempimenti in vetro sono i più scelti per i guardrail di una piscina. Bloccano completamente l’accesso, un dispositivo di sicurezza per i bambini e una protezione contro il vento mentre liberano la vista per vedere tutte le attività in piscina.

I riempimenti del tubo o del cavo sono più o meno la stessa cosa. Sono entrambi fissati orizzontalmente, parallelamente al corrimano. Secondo i regolamenti, devono essere distanziati di almeno 11 cm per evitare che la testa di un bambino entri. Possono essere interni o esterni, ma sono ideali per il corrimano in acciaio inossidabile.

Per i corrimano, possono anche essere fatti di altri materiali come il legno. Questo tipo di corrimano è più favorevole all’uso interno che esterno, poiché i vincoli ambientali hanno un forte impatto sul legno.

La scelta del fissaggio

Esistono  diversi modi per fissare una ringhiera. La più comune è la presenza di piastre di fissaggio, sulle quali i pali sono fissati rigidamente al suo supporto. Questo è un fissaggio meccanico. Le piastre sono sempre in acciaio inossidabile e sono tenute da bulloni e perni di fissaggio. Questo tipo di guardrail è rimovibile. Questo tipo di fissaggio è adatto a supporti in cemento, legno o acciaio.

Il fissaggio può essere fatto anche sigillando il palo nel cemento. In questo caso, i pali sono fissati nella muratura con un sigillante chimico. Questo tipo di installazione è, tuttavia, permanente ed è adatto solo per le ringhiere esterne in acciaio inossidabile. Per rimuovere questo tipo di parapetto, il cemento deve essere rotto.

Il telefono cellulare, il nuovo informatore “anti-adulterio
I blog iniziano a fare soldi per i loro autori